skip to Main Content
Viral Marketing: 10 Consigli Utili Per Realizzare Un Video Virale

Viral Marketing: 10 consigli utili per realizzare un Video Virale

Vi abbiamo già parlato dell’importanza dei video nella Comunicazione on the Web e nel Social Media Marketing. In questo articolo, vi suggeriamo alcuni consigli utili per facilitare la condivisione di un video.

Content is King, distribution is Queen (il contenuto è Re, la condivisione è Regina, ndr)
Questa la citazione di Ebuzzing, società specializzata in Video Advertising Online con attive decine di campagne di successo.

1. Emozionare e Coinvolgere Psicologicamente

Non importa il settore di mercato in cui si opera, risulta invece fondamentale saper coinvolgere ed emozionare. Se il brand è in grado di trasmettere forti emozioni, avrà maggior successo nella sua condivisione online. Due gli aspetti fondamentali: l’intensità della risposta psicologica che è in grado di generare da parte degli “spettatori” e la motivazione sociale che scatena l’imput della condivisione.

Un video emozionale avrà molte più probabilità di essere condiviso rispetto ad un video tecnico informativo. Le persone vogliono emozionarsi e far emozionare.

2. Divertire e fare leva su ricordo e nostalgia

Cercare di essere divertenti ma mai banali, in un’epoca in cui anche gli utenti sono molto pretenziosi. I video divertenti sono i migliori, la componente comica e giocosa riveste un ruolo fondamentale in qualsiasi campagna di Viral Marketing. In questo caso la musica può aiutarvi, risulta infatti un ingrediente indispensabile, se sfruttato correttamente.

Non solo divertimento, ricordiamoci che le persone amano condividere anche video capaci di renderle nostalgiche, la nostalgia può essere infatti considerata una delle emozioni virali per eccellenza.

Raccontante storie meravigliose e fatelo in modo intelligente senza esporle troppo.

3. Informare coinvolgendo

Non solo emozionare, ma anche informare, attraverso un video in grado di suscitare forte interesse e coinvolgimento. Fornire, dunque informazioni utili su prodotti e servizi ma anche sulle loro qualità e sul loro valore aggiunto.

 4. Catturare l’attenzione

Il titolo ed il contenuto devono suscitare l’interesse dello spettatore ma soprattutto convincerlo a cliccare su Play e a condividerlo. Saranno poi i primissimi secondi di video a motivarlo nel continuare la visualizzazione, è importante quindi attirare l’attenzione fin dai primi fotogrammi. Un’Agenzia come Idee e Soluzioni saprà, inoltre, effettuare un’analisi sulla misurazione delle visualizzazioni del video da parte degli utenti e, di conseguenza, consigliarvi gli orari migliori per la vostra pubblicazione/condivisione e…perchè no, eventuali migliorìe da apportare alla vostra produzione video per renderlo più appeal! Attraverso gli Insights di Facebook, ad esempio, è possibile calcolare non solo il numero delle visualizzazione ma anche quanti secondi di video sono stati guardati dagli utenti e capire così coloro che non l’hanno stoppato arrivando fino alla fine della riproduzione. La sezione tempi di visualizzazione di Youtube permette, invece, di misurare la percentuale media di secondi visualizzati, durata della riproduzione, minuti di video guardati, utenti unici, percentuale di utenti che si sono registrati al canale durante la visione del video, e via discorrendo…

5. Essere brevi e coincisi

Difficilmente un video di una o più ore diventerà virale. Più è breve e più gli utenti saranno disposti ad “investire” il loro tempo nella visione del video.

6. Scegliere i giusti canali per veicolarlo

Sono molte, oggi, le piattaforme che consentono di pubblicare filmati, ma se vogliamo che il nostro video diventi virale anche la scelta del giusto canale è molto importante. Youtube, con oltre un miliardo di utenti unici al mese, rappresenta la prima scelta per tutti coloro che cercano un video online.

Motivo per cui è indispensabile che questo canale venga ben presidiato, per questo motivo vi consigliamo di leggere questo interessante approfondimento sul corretto utilizzo di Youtube per la vostra Strategia Social. E’ importante, però, tenere in considerazione anche il fatto che sono sempre di più gli utenti che si stanno spostando da Youtube verso altri Social per la loro pubblicazione e condivisione video. Facebook, ad esempio, sta diventando uno dei maggior competitor di Youtube, la piattaforma in cui le persone spendono molto tempo a cercare contenuti di intrattenimento e sono quindi molto propensi a visualizzare dei contenuti video. Potete approfondire ulteriormente l’argomento ai seguenti link Facebook Live: video streaming per tutti! Novità Facebook: arrivano i video streaming per gruppi ed eventi!. Non solo Youtube e Facebook ma anche altri Social risultano utili per vostre condivisioni video come Linkedin, Google Plus, Twitter, Instagram e Vimeo per una personalizzazione migliore del messaggio e una miglior conversione sulle nicchie social di utenti a cui si vuole parlare.

7. Indicizzare il video per un buon posizionamento

La scelta del giusto Canale Social per la vostra condivisione dipende dall’obiettivo che si vuole raggiungere. Se l’intento è quello di conferire un buon posizionamento su Google, allora è utile scegliere Youtube, canale che permetterà di ottenere un’alta e costante visibilità nel corso del tempo. E’ molto importante, però, tenere in considerazione le principali regole SEO per indicizzare il Video. Vi parleremo in modo approfondito delle “Migliori strategie SEO da utilizzare per indicizzare un video nel prossimo articolo.

8. Trarre vantaggio dalle risorse altrui

Sfruttare le risorse delle persone con le quali il video entra in contatto per facilitarne la propagazione. Ad esempio, condividere il proprio video all’interno di gruppi specifici, pagine di settore, forum di settore o all’interno di altri siti e directories di articoli. O ancora, chiedere ad amici e/o conoscenti di condividere il nostro video sui loro Canali Social.

9. Favorire l’interazione e i commenti

Altro elemento importate è la relazione con il vostro pubblico. Ricordatevi sempre che state emozionando ma anche informando, e sicuramente molti vorranno esprimere la propria opinione commentando, consigliando e perchè no…passando parola! Cercate di essere dei moderatori originali: rispondete, coinvolgete, invogliate, siate attivi e propositivi…incrementate ulteriormente il livello di engagement con i vostri “contatti”, “amici”, “followers”. Scoprite Come migliorare l’engagement nei social network e Idee e Soluzioni ti suggerisce i migliori hastag per la tua Strategia Social.

10. Mai limitare l’accesso

Il Viral Marketing deve diffondere il suo messaggio proprio come fosse un virus. Per questo motivo la comunicazione deve essere libera, senza restrizioni per gli utenti. Il Marketing Virale non è per un’esclusiva nicchia ma deve poter essere fruibile da tutti liberamente.

Perchè utilizzare i Video nella vostra Social Media Strategy?

Perchè un video si connette come nessun altro linguaggio all’emotività di ognuno di noi, basta pensare alla commozione che abbiamo provato guardando alcuni film…

E’ questa la forza dei Video e del Video Marketing: riescono ad arrivare dritti nel cuore delle persone e nel Social Media Marketing questo si traduce in engagement/coinvolgimento, in termini di likes, condivisioni e commenti.

Volete inserire i video nelle vostre Pagine Aziendali ma non sapete come procedere? Contattateci e studieremo come promuovere la Vostra Azienda sui Social Media tramite il Video Marketing! Per info: E. info@ideesoluzioni.it 

Questo articolo ha 3 commenti
  1. […] Presentazione dei Prodotti e/o Servizi Aziendali tramite un video, un reel oppure una demo. Youtube e Vimeo prima, Facebook ora, hanno costruito il core del proprio business intorno al video. Se vuoi scoprire alcuni trucchi su come renderli virali vi consigliamo questo articolo: Viral marketing 10 consigli utili per realizzare un video virale. […]

  2. […] Presentazione dei Prodotti e/o Servizi Aziendali tramite un video, un reel oppure una demo. Youtube e Vimeo prima, Facebook ora, hanno costruito il core del proprio business intorno al video. Se vuoi scoprire alcuni trucchi su come renderli virali vi consigliamo questo articolo: Viral marketing 10 consigli utili per realizzare un video virale. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top