skip to Main Content

Video interviste. Ma quanto mi costate

Dovete realizzare una video intervista per presentare la vostra Azienda, un prodotto oppure un servizio? Qual è il giusto compromesso tra costi e benefici? State spendendo bene i vostri soldi?

Vi invito a leggere questo brevissimo articolo, che spero essere esaustivo. Troverete le informazioni base per dare il giusto valore alla vostra prossima video intervista.
​Come spesse volte dico, tanti degli articoli che scrivo hanno uno spunto iniziale di vita quotidiana. Questo è uno di questi casi.
Questa mattina transitando in una delle tante vie in zona Bicocca a Milano ho visto una troupe che stava realizzando una video intervista.
Purtroppo devo dire che la sensazione è stata quella del grande fumo per ottenere un piccolo arrosto. Cioè una troupe galattica per fare delle riprese estremamente banali e semplici: come spremere il massimo del budget ad un cliente a prescindere dal risultato e dall’obiettivo prefissati.
Ed è cosi che per realizzare una video intervista in esterni erano presenti almeno una decina di persone: regista, operatore di macchina, fonico, addetto alle luci, un paio di assistenti, camioncino per il materiale da ripresa e, eccesso degli eccessi, un’addetta che stirava le camicie e gli abiti dell’intervistato.
Ma quanti soldi buttati. Perché? Non ha senso
Per una ripresa di questo tipo è sufficiente un operatore di macchina che, se sveglio ascolta anche l’audio per verificarne la qualità e, possibilmente,  la cosa più importante, un Responsabile della Comunicazione che ascolta quanto detto e fornisce .eventuali suggerimenti per raggiungere gli obiettivi prefissati. Punto. Nient’altro.
Tutto il resto fa parte di un vecchio carrozzone che non serve più. A maggior ragione se pensiamo come verranno divulgate queste video interviste. Nel 90 % dei casi tramite internet. La rete sappiamo tutti che vuole vedere un’immagine vera non artefatta. Inoltre se il video è caricato online, verrà sicuramente compresso per renderlo fruibile anche da utenti che non sono connessi in fibra ottica e quindi, inevitabilmente, la qualità tenderà a scendere.
Ma supponiamo pure che il video debba essere trasmesso in una convention, oggi grazie alle tecnologie di ripresa (ricordiamoci che alcuni film trasmessi al cinema hanno utilizzato clip realizzato con i cellulari) e alle tecnologie di post produzione (After Effects, Premiere, Avid etc) è possibile mantenere una qualità alta del video ed effettuare eventualmente delle correzioni. Chiaro se la ripresa è sbagliata c’è poco da fare.
Quindi basta un  buon operatore ed il gioco è fatto.
P.s. Per rendere visibile online il vostro prodotto video è estremamente importante utilizzare alcune regole di pubblicazione sul Web e sui social. Per questo motivo vi invitiamo a leggere questo articolo: Video Marketing: suggerimenti utili per migliorare il SEO dei vostri Video
Buon video intervista a tutti.
Donato Cremonesi.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Back To Top